WWDC 2015: Apple Music e gli OS Apple del prossimo autunno

Ogni anno Apple organizza la World Wide Developers Conference, un evento per i developer di applicazioni e giochi, molto atteso anche da tutti i fan della marca, dove vengono presentate le novità tecnologiche di prossima uscita: sistemi operativi, applicazioni, nuovi prodotti e gadget. Vedere i WWDC di Apple è un po’ come vedere le sfilate di moda dei grandi stilisti: l’aspettativa è tanta e non sai mai cosa ti aspetta.

Tuttavia quest’anno al WWDC 2015, che si sta tenendo a San Francisco dall’8 giugno al 12 giugno, eccetto un’eccezione, non sono stati presentati prodotti particolarmente innovativi, ma sono stati apportati miglioramenti a quelli già disponibili, che sono diventati più intelligenti e proattivi.

Apple, inoltre, sembra inaspettatamente diventata paladina della privacy: più volte durante la conferenza ha ricordato che i suoi sistemi operativi non immagazzinano le tue foto e i tuoi dati sul cloud, ma solo sui tuoi dispositivi e sempre sotto il tuo controllo. Un’evidente frecciatina ai rivoluzionari servizi recentemente presentati da Google alla sua conferenza dedicata agli sviluppatori, specialmente Google Foto.

Ma vediamo in dettaglio cosa è stato annunciato da Apple al WWDC 2015.

Apple Music

La novità più interessante è stata presentata proprio alla fine del primo giorno di conferenza: si tratta di Apple Music, un nuovo rivale per Spotify, Deezer, Tidal e compagnia. Apple Music ti permetterà di ascoltare in streaming (e a pagamento) tutto il catalogo musicale di iTunes. Ovviamente, Apple Music è integrato con Siri che rende la ricerca più intuitiva ed agile. Ma non solo.

Apple Music viene definito come un servizio rivoluzionario capace di proporti la musica giusta al posto giusto e al momento giusto, in tutte le sue forme: audio, video, immagini, testi, playlist per genere ed umore. Dietro l’app non c’è solo un algoritmo, ma anche un team di esperti che migliora la selezione e che curerà una stazione radio attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Inoltre, grazie alla funzione Connect, Apple Music sarà un vero e proprio ecosistema, capace di connettere direttamente gli artisti con i loro fan: se sei un musicista potrai caricare la tua musica e le informazioni che desideri (foto di backstage, video, testi e persino nuove canzoni) su Connect autonomamente, dal tuo iPhone.

Apple Music sarà disponibile il 30 giugno in oltre 100 paesi (su iOS 8.4) e nell’autunno 2015 arriverà anche su Windows e Android. Costerà 9.99 dollari al mese oppure 14.99 dollari per famiglie fino a 6 persone. I primi 3 mesi d’uso saranno gratis per tutti.

Apple Music

Nuova versione del sistema operativo Mac: OS X 10.11 El Capitan

La nuova versione del sistema operativo per computer Mac, successiva a OS X 10.9 Yosemite, è OS X 10.11, denominata con l’esotico nome El Capitan, e arriverà il 30 settembre 2015. Prevede vari miglioramenti all’esperienza e alle performance del sistema operativo, che è più veloce rispetto alla versione precedente.

Ecco alcuni dei miglioramenti all’esperienza utente:

  • Puoi lavorare con più finestre una accanto all’altra.
  • Puoi pinnare i tab che usi più spesso in Safari, in modo che si aprano automaticamente.
  • Puoi  rilevare quale tab di Safari sta emettendo suoni molesti e chiuderlo, come già potevi fare su Google Chrome.
  • Spotlight e le funzioni di ricerca sono diventati più intelligenti: adesso, per esempio, puoi cercare i documenti a cui stavi lavorando l’anno scorso semplicemente scrivendo “documents I worked on last year in june“.

Il sistema operativo OS X 10.11 su un Macbook

Nuova versione del sistema operativo per iPhone e iPad: iOS 9

Le novità più interessanti nell’ambito delle performance riguardano un miglioramento nella velocità del sistema operativo e nella durata della batteria. Fa la sua comparsa in iOS 9 una nuova modalità di risparmio batteria, Low Power Mode, che può estendere la durata della batteria fino a 3 ore.

Inoltre, finalmente l’aggiornamento è molto leggero: peserà solo 1,3 GB, quindi tutti potranno installarlo, anche chi non ha molto spazio in memoria, da iPhone 4S in poi.

L’aggiornamento sarà disponibile in beta pubblica a luglio 2015 e in versione finale il 16 settembre 2015.

Ecco alcune delle funzioni più interessanti di iOS 9:

  • Siri è diventata un’assistente proattiva, imparando da applicazioni come Atooma. Adesso è sensibile al contesto e ti consiglia le app che usi di più in base all’ora del giorno e al luogo dove ti trovi: se entri in macchina, ti apre la tua playlist preferita, se è ora di pranzo ti suggerisce app di ricette per preparare da mangiare, se qualcuno ti invita a un appuntamento, lo aggiunge in calendario e ti suggerisce a che ora devi partire per arrivare in tempo, valutando la distanza e le condizioni del traffico.
  • Apple Pay, il sistema di pagamento senza contanti e carte di credito, arriva in UK il mese prossimo, ma ancora nessuna novità per gli altri paesi europei, Italia inclusa.
  • Passbook, l’app dove vengono salvati i biglietti elettronici per voli, sconti, concerti e via dicendo, viene ribattezzata Wallet.
  • Apple Maps viene arricchita di informazioni sul traffico, ma per ora solo in alcune città degli USA.
  • Fa la sua prima apparizione Apple News, una nuova concorrente per Flipboard e Pocket: scegli i tuoi giornali e le tue tematiche preferite e l’app scova altri articoli che potrebbero essere di tuo gradimento, imparando dalle tue abitudini di lettura. Per adesso News arriverà solo in USA, Australia e UK.
  • QuickType: vari miglioramenti alla tastiera virtuale, per rendere più semplice la scrittura e la selezione di contenuti, specialmente su iPad. La novità più interessante è un trackpad virtuale che si apre facendo scivolare due dita verso la parte bassa dello schermo.
  • Multitasking: finalmente puoi avere sullo schermo dell’iPad due app aperte e usarle contemporaneamente, aperte una a fianco dell’altra. Puoi persino vedere un video di YouTube mentre leggi un articolo o rispondi alle email, e il video ti segue anche quando apri un’altra app, finché non lo chiudi.

Siri su iOS 9

Nuova versione del sistema operativo di Apple Watch: WatchOS 2

Lo smartwatch di Apple ha un sistema operativo tutto suo che si chiama WatchOS. Durante il WWDC 2015 sono state presentate alcune novità che verranno introdotte nell’autunno 2015 su WatchOS 2. Niente di eclatante, ma ci sono alcune chicche interessanti.

Prendiamo ad esempio le Watch Face. Per chi non lo sapesse sono i temi di sfondo che appaiono sul display dell’Apple Watch insieme all’ora: le novità di quest’anno sono la possibilità di impostare le tue foto come Watch Face e delle Watch Face animate realizzate con i video timelapse di varie città del mondo come Londra e New York, che ti permetteranno di vedere le condizioni della città cambiare in base all’ora del giorno.

Face Watch in timelapse delle città

Fa la sua comparsa una nuova funzione, Time Travel: ruotando la corona dell’orologio puoi andare avanti nel tempo e vedere le previsioni del tempo e i tuoi appuntamenti.

Sono aumentate le opzioni di comunicazione di Apple Watch: adesso puoi disegnare con diversi colori e rispondere alle email e alle telefonate direttamente dall’orologio.

Inoltre, anche su Apple Watch, Siri diventa un’assistente ancora più preziosa: puoi chiederle di mostrarti le foto su Instagram, il percorso per raggiungere uno specifico indirizzo, di impostare un timer per un allenamento o di modificare l’impostazione dell’illuminazione di casa se disponi di un sistema intelligente collegato in rete.

Che ne pensi delle novità di Apple? C’è qualcosa che ti entusiasma?