Selfie perfetto? Impara dalle foto Instagram delle modelle

Vuoi sapere come fare il selfie perfetto? Ecco qualche consiglio dedotto dalle foto delle celebrity più seguite su Instagram che fanno sempre selfie belli e originali, persino artistici: se segui questi suggerimenti non ci sarà nemmeno bisogno di ritoccare le foto prima di pubblicarle. Non c’è scusa che tenga: da oggi non potrai più dire di non essere fotogenica!

Quella del selfie non è più solo una moda: l’autoscatto narcisista è qui per restare. Con l’avvicinarsi dell’estate e i fine settimana primaverili di gite fuori porta con amici e parenti, il selfie sarà più che mai parte delle nostre vite e dei nostri album fotografici su Facebook e Instagram, tanto vale farsi trovare pronte e conoscere i trucchi che attori, modelle, it-girl e altre celebrity adoperano sapientemente quando si accingono a scattarsi una foto che riceverà migliaia di like e retweet.

Primi piani da top model

Il selfie per eccellenza è una foto del proprio viso, scattata con la fotocamera frontale dello smartphone. Per un selfie perfetto, segui l’esempio delle modelle e delle it-girl su Instagram: per prima cosa… taglia! Lascia fuori dall’inquadratura una parte del viso: la fronte (come la blogger Chiara Ferragni), il mento, metà del profilo,… Fai vari tentativi e trova la soluzione più appropriata al tuo viso. E poi non scattare foto frontali, ma lievemente di profilo o con la testa leggermente inclinata. Se hai il viso tondo o un po’ di doppio mento, avvicina lievemente il mento al petto, come fa Miranda Kerr. Ricordati di tenere il cellulare a circa 45 gradi dal viso o sollevato sopra la testa: le foto scattate dall’alto dimagriscono, rendono il mento più appuntito e fanno sembrare gli occhi più grandi. Non per niente, sembra il selfie preferito della modella Gisele Bundchen

Selfie perfetti: taglia il viso e scatta dall'alto

Ma che espressioni usi?

In un selfie è difficile essere naturali, ma le pose ingessate e abusate come la duck face di Kim Kardashian (la “faccia da papera” ovvero il broncio con le labbra sporgenti) e la sparrow face di Cara Delevingne (aria da uccellino smarrito con occhi spalancati e labbra socchiuse) sono out: piuttosto fai un bel sorriso o uno sguardo espressivo, che comunichi qualcosa. Sembra che adesso vada di moda un’atteggiamento di finta sorpresa (come quella di Taylor Swift nell’immagine). E poi c’è chi suggerisce di guardare un punto indistinto fuori dall’inquadratura per sembrare disinvolti, pensosi o un tantino malinconici. Comunque, come sempre, vale il consiglio di sperimentare fino a trovare il tuo marchio di fabbrica. Kim Kardashian sostiene di essere capace di scattare fino a 300 foto consecutive e poi ne sceglie solo una da pubblicare su Instagram. Certo che ne ha di tempo…

Selfie perfetti: duck face e sparrow face sono out

Sono i dettagli a fare la differenza

Se ti piace scattare spesso dei selfie non c’è niente di male, ma a meno che tu non abbia la stessa espressività di Cara Delevingne, alla lunga stancherai i tuoi amici. Mantieni vivo l’interesse aggiungendo a ogni primo piano un dettaglio inaspettato: dei begli orecchini scintillati, un enorme paio di occhiali da sole, una tazza speciale, un rossetto che attira l’attenzione, una pettinatura nuova, un tatuaggio, un cappello sbarazzino, un qualsiasi accessorio folle. Sii creativa! Una delle mode più popolari della scorsa estate è stata il #gelatoselfie: ovvero scattarsi un foto mentre si gusta un gelato, come fa Miley Cyrus. Chissà cosa ci aspetta quest’estate…

Selfie perfetti: rendi un dettaglio protagonista

Tutta questione di background

Attenzione allo sfondo che scegli e al photobombing (chi ti appare all’improvviso alle spalle proprio durante lo scatto): recentemente è stata pubblicata una raccolta di errori clamorosi e imbarazzanti dove il selfie è stato completamente rovinato o reso ridicolo da ambientazioni disordinate e caotiche, specchi traditori e strani personaggi in pose imprevedibili dietro il soggetto principale. Se dopo lo scatto ti accorgi che dietro di te c’è qualche elemento imprevisto, pazienza: ricorri all’Effetto Tilt-Shift che trovi tra gli strumenti di editing di Instagram e sfoca lo sfondo al massimo. Nel dubbio… scatta di nuovo.

In generale, in un selfie lo sfondo dovrebbe essere il meno evidente possibile per l’impossibilità di allungare troppo il braccio, ma recentemente, complici anche gadget come il bastone estensibile per i selfie che permette di allontanare molto lo smartphone dal viso allargando l’inquadratura, si stanno diffondendo selfie spettacolari, scattati su sfondi naturali di grande bellezza e magnificenza. In questi casi attenta a variare la tua posa, altrimenti rischi l’effetto nanetto viaggiatore di Amelie Poulain!

Selfie perfetti: lo sfondo

Pezzi di te

I selfie non si fanno solo al viso. La creatività degli igers (gli utenti di Instagram) negli ultimi anni ha guardato a ogni parte del proprio corpo con più o meno buon gusto: i piedi, le gambe, le mani e le unghie, la pancia e gli addominali, persino il seno e il sedere (si è persino coniato il termine #belfie per il didietro!). Il confine tra divertente narcisismo e cattivo gusto è molto labile, quindi attenta a non esagerare. Tuttavia se hai delle belle estremità non c’è niente di male a metterle in mostra: i selfie alle gambe sono molto apprezzati su Instagram, specialmente d’estate.

Se sei appassionata di moda, i tuoi look sono invidiatissimi e ami le scarpe, alzati in piedi, solleva le braccia più che puoi e metti a fuoco la punta dei piedi in modo che nell’immagine entrino le scarpe, la gonna o i pantaloni e una parte del top. Da seduta, inquadra solo i piedi, se hai un bel paio di sandali, oppure includi il grembo, le ginocchia e una mano in modo che si vedano anche la borsa e gli accessori. Hai appena fatto la manicure? Questo è il momento di sfoggiare anelli, braccialetti e orologi  e immortalare braccia e mani in un bel #armparty o un #armcandy!

Selfie perfetti: non solo primi piani, punta l'obiettivo ai piedi

Di chi è il corpo più bello del reame?

Specchio, specchio delle mie brame… per selfie a figura intera, sfrutta il tuo riflesso e azzeccherai la posa al primo colpo. Ormai tradizionali i selfie dei look davanti allo specchio della camera da letto o dell’ingresso, i discutibili selfie in bagno e i selfie sportivi in palestra, con coda di cavallo, leggings e scarpe da tennis. Ma qualsiasi specchio si può prestare, purché di grandi dimensioni: al centro commerciale, a teatro, al ristorante, persino la vetrina di un negozio può diventare lo sfondo perfetto per un selfie. L’ideale perché riesca bene è mettere il cellulare all’altezza delle spalle a circa 20 cm di distanza ed evitare la luce diretta. Il tocco in più lo dà la cover del cellulare: scegline una originale e appariscente perché apparirà nello specchio, magari cambiala frequentemente e abbinala al tuo look.

Selfie perfetti: sfrutta i tuoi riflessi!

 

Luce che cade dagli occhi

A proposito di illuminazione… la luce ideale per chi ama i selfie è una luce naturale, frontale e soffusa, che ha il potere magico di minimizzare i difetti. Se sei in un ambiente chiuso, avvicinati alla finestra, come fa Clio Zammatteo nella foto qui sotto. Se scatti all’aperto, invece, meglio metterti all’ombra e non in pieno sole, per evitare di ritrovarti a strizzare gli occhi. Se non è possibile mettersi in penombra, ricorri a degli strategici occhiali da sole.

Assolutamente da evitare le foto controluce, con il sole o la fonte luminosa proprio alle spalle: vengono troppo buie. Stesso discorso per il selfie con il flash o in un ambiente con luce al neon: i difetti vengono accentuati, possono apparire gli occhi rossi e il colorito rischia di sembrare verdastro. Controversi invece i pareri sulle foto con fonti luminose laterali: illuminano mezzo viso e lasciano il resto all’ombra, creando effetti drammatici di riflessi e chiaroscuri, ma rischiando di distorcere i lineamenti. Ti piace il riflesso di luce nell’angolo superiore della foto di Alessandra Ambrosio? Puoi crearlo artificialmente con un’app!

Se le condizioni di illuminazione non ti soddisfano, ricorri ai filtri delle app: su Instagram i miei preferiti per i selfie sono Amaro, Rise e Valencia che danno una luminosità invidiabile al tuo viso, nascondendo le imperfezioni. Ci sono anche delle app che simulano il trucco o sfumano i difetti come YouCam Perfect, di cui ti ho parlato qualche tempo fa.

Selfie perfetti: attenzione alla luce

Chi fa selfie con gli amici…

… ottiene più like e interazioni! L’unico comune denominatore di tutti i selfie è che sia tu stessa a scattarti la foto, ma questo non significa che nell’immagine devi esserci solo tu. Anzi, i selfie più di successo sono quelli di gruppo, pensiamo ad esempio al selfie più famoso di sempre, scattato da Ellen Degeneres dopo la notte degli Oscar 2014 e poi pubblicato su Twitter o a quello con Hillary, Chelsea e Bill Clinton scattato poche settimane dopo dal presentatore TV Jimmy Kimmel o a quelli con la regina Elisabetta, Matteo Renzi o Papa Francesco. Ultimamente si è dato un nome a questo tipo di selfie: si chiamano #usie e ottengono tanto successo perché comunicano felicità, sorpresa e divertimento.

Selfie con personaggi famosi: la notte degli Oscar, Matteo Renzi, la famiglia Clinton, la regina Elisabetta e Papa Francesco

Quindi, non essere timida: scattati un selfie con il tuo cucciolo, con gli amici, con i parenti, con la star incontrata per caso in aeroporto (o alla notte degli Oscar: come fa Jennifer Lopez con Meryl Streep), con lo chef del ristorante dove hai appena cenato e via dicendo. Più gente riesci a far entrare nella foto, meglio è. Prima di pubblicarlo, però, ricordati di taggare i soggetti e di geolocalizzare l’immagine: è bello sapere che hai incontrato Bradley Cooper e che vi siete fatti una foto insieme, però è ancora più interessante sapere se ti ci sei imbattuta durante un viaggio a Hollywood o, per caso, mentre girovagavi tra gli scaffali dei sottaceti e delle merendine al supermercato sotto casa!

Selfie perfetti: scatta un selfie di gruppo

I migliori hashtag per i selfie

Una volta che hai scattato il tuo bel selfie, è il momento di condividerlo. Se non ti basta il plauso dei tuoi amici di Instagram, bisogna scegliere l’hashtag più appropriato affinché il popolo degli igers lo veda e gli conferisca il cuoricino che si merita. Oltre ai classici #selfie e #selfies, puoi provare #selfietime e #selfiemode #selfieoftheday, #selfiesunday, se scatti di domenica (ma esistono anche #selfiesaturday, #selfiemonday, eccetera), #selfiegame per chi non si prende troppo sul serio e #selfiequeen (o #selfieking) per chi invece sì. Poi ci sono gli hashtag per riconoscere il mezzo con cui è stata scattata la foto #selfiestick se usi il monopiede, l’apposita asta per tenere lo smartphone alto sopra la testa, e #selfiegopro se invece hai usato la tua videocamera sportiva, magari sfruttando un galleggiante o un casco che consente punti di vista inaspettati, in acqua o durante sport estremi.

E infine, ci sono gli hashtag per condividere le mode del momento in fatto di selfie. C’è di tutto e di più, quelli che seguono sono solo alcuni esempi tra i più popolari:

  • #donutselfie, che non è un selfie con la ciambellina fritta preferita da Homer Simpson come alcuni utenti Instagram sembrano credere, ma un selfie video dove devi tenere lo sguardo fisso davanti a te,  il braccio un po’ piegato e girare rapidamente lo smartphone intorno alla testa in modo da riprenderla a 360° con tutto il panorama intorno (si chiama così perché con questa tecnica disegni una sorta di ciambella intorno a te: esiste un sito web che ti spiega come si fa),
  • #icecreamselfie e #gelatoselfie per i tuoi selfie con il gelato, una gelateria o un gelataio (c’è persino un’app apposita per iPhone e Android che con la scusa dei selfie ti fa scoprire le migliori gelaterie d’Italia: AppGelato),
  • #mirrorselfie e #selfieallospecchio per agli autoscatti allo specchio,
  • #puppyselfie per chi si fotografa con il proprio cane e #catselfie per i popolarissimi gatti,
  • #sisterselfie per i selfie tra sorelle,
  • #selfieinbagno per chi si fotografa allo specchio del bagno (specialmente studenti a scuola in momenti di libertà),
  • #feministselfie per donne che non temono i pregiudizi della società che ci vuole tutte belle, magre, truccate e perfette e osano pubblicare su Instagram le foto con tutti i propri difetti in bella vista,
  • #nomakeup o #iwokeuplikethis per chi ha il coraggio di mostrarsi sui social network senza un filo di trucco e con i capelli spettinati (ed essere bella lo stesso).

Insomma, se pensavi che scattare selfie è una moda monotona che prima o poi ci annoierà tutti, forse ti sbagliavi. Nuove trovate nascono come funghi e ci vuole molto poco perché diventino trend che prima o poi, volenti o nolenti, ci troveremo a seguire anche noi.

Tu cosa ne pensi del fenomeno dei selfie? E che trucchi usi per venire bene negli autoscatti?