I computer vengono da Marte e gli smartphone da Venere. Per anni ho desiderato che la comunicazione tra i due fosse più fluida ma solo da quando è arrivato Dropbox ho iniziato a sentire che le mie speranze iniziavano a diventare realtà. Da poco è comparsa un’altra app che mi ha dato la stessa sensazione, risolvendo vari piccoli problemi di incomunicabilità tra computer e cellulari. Per spiegare cosa intendo faccio qualche esempio, perché sono sicura che tu stessa hai qualcuno di questi fastidi.

Prima situazione: a lavoro, navigo febbrilmente per fare una ricerca che mi servirà per scrivere un articolo, e mi imbatto in un’interessante reportage, che con la mia investigazione c’entra proprio niente, sulla mia prossima destinazione delle vacanze. Voglio salvare quel link per non perderlo e magari inviarlo in visione al mio fidanzato. Invariabilmente la soluzione era: scrivere un’email e inviarla a me e a lui. Risultato: perdersi in preamboli e saluti e l’email inevitabilmente persa nel mare di posta e spam delle rispettive mailbox.

Altra situazione tipica: trovi una ricetta da provare su un blog poco conosciuto, navigando sul computer fisso e vuoi aprire la pagina sull’iPad o sul cellulare per portarla con te in cucina e metterti subito ai fornelli. La soluzione qual è? O digiti pazientemente l’URL della pagina sul browser del cellulare o cerchi su Google con le keyword principali sperando di essere fortunata (o usi il metodo di pianificazione menu settimanali che ti ho spiegato qui, ma ci vuole un po’ di lavoro). Insomma, una maniera di inviare il link dal computer a cellulare non esisteva. A parte forse mandarsi un’email.

Oggi sì che esiste. L’app che risolve questi due problemi e ti fa pensare ma-perché-non-ci-avevano-pensato-prima si chiama Pushbullet, un’applicazione multipiattaforma che mette in comunicazione tutti i tuoi dispositivi, permettendoti di inviare all’istante link, file e note, come una specie di WhatsApp privato (e non solo: se i tuoi amici usano l’app puoi aggiungerli alla tua lista contatti di Pushbullet e inviare notifiche dirette, più in basso puoi vedere un esempio).

Uso Pushbullet da un po’ e ne sono estasiata: è disponibile per Windows, Android e iOS, e da pochi giorni anche per Mac. Esistono anche dei plugin per Google Chrome, Safari, Firefox e Opera che ti consentono di inviarti una pagina web dal computer al cellulare o viceversa in un click. E per Blackberry e Windows Phone al momento esistono delle app compatibili non ufficiali.

La quantità di cose che puoi fare con Pushbullet è sterminata. Facciamo qualche altro esempio. Stai guardando un video su YouTube al computer e vuoi condividerlo con la tua migliore amica su WhatsApp: clicca sul bottone di Pushbullet in Chrome e lo vedrai apparire subito sullo smartphone:

Plugin di Pushbullet per Google Chrome

 

Dallo smartphone seleziona i comandi Condividi/WhatsApp e poi il contatto della tua amica e lei riceverà il link sul suo cellulare.

Se anche la tua amica usa Pushbullet puoi aggiungerla come contatto e inviarle una notifica diretta dal browser dove stai guardando il video, senza dover passare per WhatsApp! In questo esempio, invio il link del mio blog al mio fidanzato, visto che anche lui usa Pushbullet:

Inviare link a un contatto che usa Pushbullet

Altro esempio: hai scattato una bellissima foto con il tuo smartphone nel fine settimana e vuoi impostarla subito come sfondo del desktop o caricarla su Facebook usando il computer. Se già non usi Dropbox (o un altro servizio simile) e non vuoi perdere tempo a scaricare le foto dallo smartphone sul computer con cavetti e simili, puoi usare Pushbullet: basta selezionare la foto, cliccare sul simbolo di condivisione enter image description here, selezionare l’icona dell’app Pushbullet e scegliere se far apparire la notifica solo sul computer (l’iMac nel mio caso) o su tutti i dispositivi, poi clicca sul simbolo di invio:

Pushbullet: come inviare un'immagine da Android a computer

Pushbullet permette di spedire anche note e persino SMS se hai sincronizzato i tuoi contatti con il dispositivo, ponendosi quasi come un’alternativa rapida a WhatsApp, se anche la maggior parte dei tuoi amici lo usa. Altra comoda funzione: tutti i link/file/note che invii restano memorizzati in una pratica lista sincronizzata sul tuo account e puoi filtrare i contenuti in base al dispositivo da dove li hai inviati.

Infine, per chi usa un computer (Windows o Mac) e Android, Pushbullet dispone di una funzione molto simile a Continuity di Yosemite e ti permette di rispondere a messaggi e chiamate che ricevi sul telefono dal tuo computer! Si può attivare/disattivare dalle Impostazioni o Preferenze:

Preferenze Pushbullet per Mac

In quest’immagine puoi vedere Pushbullet per iPad:

Pushbullet per iPad

Come puoi vedere l’immagine che ho inviato da Android a Mac è sincronizzata nella lista e posso scaricarla anche sull’iPad o qualsiasi altro dispositivo in mio possesso quando voglio.

Stessa identica interfaccia per Pushbullet per Mac:

Pushbullet per Mac

Probabilmente ti starai chiedendo: ma io uso Dropbox, a cosa mi serve scaricare anche Pushbullet? Ebbene, mentre Dropbox è molto utile per avere un backup continuo di tutte le foto e i documenti e per spostarne molti da un dispositivo all’altro, Pushbullet è molto più veloce e pratico per inviarne una sola. E poi Dropbox non permette di inviare link o messaggi (non mi stupirebbe se fosse il suo prossimo passo, comunque).

Insomma, per quanto mi riguarda è finita l’epoca in cui mi inviavo i link da rivedere più tardi per email. Pushbullet apre un’autostrada di comunicazione tra computer, cellulari e tablet e per questo è entrata a far parte di diritto delle applicazioni indispensabili per una geek chic. 😉

Se vuoi scaricarlo per i tuoi dispositivi, ecco la pagina ufficiale di Pushbullet.