Quante foto duplicate si nascondono sul tuo Dropbox?

Fare il backup automatico delle foto che scatto sul mio smartphone su Dropbox è una di quelle benedizioni tecnologiche per cui non mi stancherò mai di ringraziare. Ma spostare le foto da una cartella all’altra, per condividerle con famiglia o amici, per esempio, può comunque creare qualche problema: foto che spariscono, foto che si rinominano, foto che si duplicano.

La disorganizzazione non è chic. E nemmeno la mancanza cronica di spazio.

Quindi, approfittando di questo weekend di feste che ho trascorso nella quiete di casa mia a ricaricarmi, ho deciso di per lo meno iniziare a rimettere in ordine la mia vita fotografica, ormai da molti anni tormentata (dopo un incidente con un hard disk che ha causato una ingente e scioccante perdita di dati). Non è difficilissimo, occorre solo un po’ di buona volontà: ormai scatto quasi tutte le foto con lo smartphone e faccio il backup su Dropbox. dropbox

Leggendo qua e là su forum e blog, ho scovato un’applicazione gratuita per Mac che ti aiuta a trovare i file duplicati in una cartella del computer a scelta (sottocartelle incluse) o anche tra diverse cartelle: si chiama dupeGuru (è disponibile anche per Windows e Linux).

L’interfaccia di dupeGuru è veramente semplicissima: cliccando su + selezioni la cartella da analizzare. Nel mio caso ho scelto la cartella di Dropbox per iniziare: poi ho cliccato su Scansiona e ho atteso qualche minuto. dupeGuru - Schermata iniziale Nel mio caso, dupeGuru ha trovato ben 797 immagini duplicate, corrispondenti a oltre 7 GB quasi il 15% del mio prezioso spazio su Dropbox! L’applicazione mostra la lista dei file che coincidono al 100%, e offre varie funzioni per visualizzarli, spostarli e eliminarli. dupeGuru-Risultati della scansione Il file di riferimento è evidenziato in blu e non è selezionabile (in questo modo eviterai di fare pasticci ed eliminare la copia e l’originale!), quello in nero può essere tranquillamente selezionato ed eliminato dal menu principale (contrassegnato con la rotellina), cliccando su Sposta gli elementi marcati nel cestino. dupeGuru-menu principale Molto utile la funzione Make Selected into Reference: se il file in nero dovesse essere l’originale che vuoi conservare e non la copia, basta selezionarlo con il mouse e cliccare su questo pulsante per invertire l’originale e la copia. Una volta ordinato a dupeGuru di eliminare i file, puoi scegliere se cancellarli definitivamente o se inserire un collegamento al file originale. Clicca su Proceed e hai finito! dupeGuru-comando finale E nel mio caso ho guadagnato 7 GB di spazio, in 15 minuti. 🙂

Scarica dupeGuru sul tuo Mac