5 app per mangiare più sano, bere più acqua e fare più sport

Poco prima che arrivi l’estate ci viene una voglia matta di dimagrire e tornare in forma, in vista della fatidica prova costume. Ma se invece della solita dieta restrittiva, che causa depressione e inevitabili effetti yo-yo, optassimo per un graduale e più sano cambiamento di stile di vita e delle nostre abitudine alimentari? Sicuramente i risultati sarebbero più duraturi e la nostra salute ce ne sarebbe grata.

Nei prossimi tre mesi invece che frustrarmi dietro l’ennesima dieta pseudomiracolosa delle star, voglio mangiare ancora più frutta e verdura (che fa bene pure all’abbronzatura), bere molta più acqua e ricominciare a fare un po’ di sport. Dopo aver provato decine e decine di applicazioni, ecco le 5 app che ho deciso di tenere sul mio smartphone Android e sul mio iPad per cambiare le mie abitudini e raggiungere i miei obiettivi: sono le migliori e quelle che reputo veramente innovative e indispensabili.

Tu che ne pensi? Aggiungeresti qualcos’altro? 😉

Plant Nanny e Aqualert, le app che ti ricordano di bere (acqua!)

Iniziamo dalle basi: mantenersi idratate per godere di ottima salute e avere une bella pelle. Io purtroppo, da quando ho iniziato a lavorare da casa, mi dimentico di bere! Può sembrare strano, ma ho perso il rito di alzarmi per andare al dispenser dell’acqua dell’ufficio e ci sono giornate in cui sono così concentrata che la giornata vola e io non ho bevuto un solo bicchiere d’acqua. Visto quanto è importante bere i classici 2 litri d’acqua, specialmente in estate, ho deciso di porvi rimedio a modo mio: con delle app, ovviamente!

Sorprendentemente ci sono tantissime app in circolazione che ti ricordano di bere. La mia preferita è Plant Nanny – Water Reminder (gratis, per iPhone e Android). Già dall’icona non diresti mai che si tratta di un’app per bere più acqua: sembra un videogioco (e in parte lo è). Plant Nanny funziona come una specie di tamagotchi: tu adotti una delle carinissime piantine animate proposte, le dai un nome e ogni volta che bevi un bicchiere d’acqua e lo registri, la tua piantina viene annaffiata e può crescere rigogliosa. Se ti dimentichi di bere, la piantina soffre, poverina! 🙁

Plant Nanny: Plant Nanny: bevi un bicchiere d'acqua e fai crescere la tua piantina virtuale

In realtà appena cominci puoi scegliere solo tra due piantine, le altre potrai acquistarle accumulando o acquistando crediti in-app, man mano che giochi. Andando avanti nel gioco, ottieni dei badge (Achievements). Puoi anche personalizzare lo sfondo, il vaso della piantina, i bicchieri e le unità di misura. Per adattare i bisogni idrici della piantina al tuo fabbisogno dovrai accedere alle impostazioni (cliccando sul pulsante a forma di chiave inglese) e inserire il tuo peso e il tuo livello di attività fisica abituale. Da qui puoi anche impostare dei reminder (io l’ho settato ogni due ore): verrai avvisato con una notifica sonora che è il caso di buttare giù un bel bicchiere d’acqua fresca per te e la tua piantina. Funziona? A me per ora sì: io sto bevendo molto di più e la mia piantina non è ancora seccata, nonostante il mio pollice tutt’altro che verde! 🙂

Plant Nanny: negozio delle piante, impostazioni e trofei

Comunque se questo genere di giochini un po’ infantili non fa per te, c’è un’altra app che fa al caso tuo, si chiama Aqualert (gratis, per iPhone e Android). L’ho provata prima di scoprire Plant Nanny ed è molto ben fatta ed efficace. Il funzionamento, gioco a parte, è molto simile a Plant Nanny: stabilisci un obiettivo giornaliero personalizzato in litri, l’unità di misura del tuo bicchiere, l’intervallo di tempo per i reminder e sei pronta per iniziare. Il bello di Aqualert è che hai tutto in una sola schermata: obiettivo giornaliero e quanto ti manca per raggiungerlo e pulsante per registrare l’assunzione di una nuova porzione. In più, se ti piacciono le statistiche, hai una schermata con un colpo d’occhio sull’andamento della settimana e i tuoi progressi. Anche Aqualert ha una bella grafica, un sistema di trofei per motivarti a proseguire e dei suoni molto “giocosi”. Un piccolo vantaggio in più? Si sincronizza con Google Fit. Se la pubblicità della versione gratuita ti dà fastidio, puoi acquistare la versione no ads senza pubblicità (€ 1,69 per Android e € 2,99 per iPhone).

Aqualert: l'app che ti ricorda di bere la giusta quantità d'acqua ogni giorno

Entrambe le app sono in inglese, ma il loro funzionamento è molto intuitivo. A te la scelta!

Noom Coach, l’app per mangiare più frutta e verdura

Ho provato Noom Coach (versione Pro inclusa) l’anno scorso, su consiglio di un caro amico, e grazie a quest’app ho perso 3 chili, ma soprattutto ho riscoperto il piacere di mangiare sano dopo un periodo di stress a lavoro che mi aveva portato a nutrirmi quasi soltanto di pizze e piatti pronti.

Noom è un diario alimentare per dimagrire che ti incoraggia a seguire una dieta volumetrica, quindi a scegliere più cibi che hanno maggior volume in fibre e acqua e meno calorie, come frutta e verdura. L’app organizza gli alimenti in tre categorie: verdi, gialli e rossi. Gli alimenti verdi sono quelli che ti fanno sentire piena con poche calorie e che dovrebbero costituire la base della tua dieta: frutta, vegetali, cereali integrali, latticini a basso contenuto di grassi e legumi. Gli alimenti gialli non sono pericolosi ma hanno più calorie di quello che credi, quindi vanno assunti con moderazione: cereali raffinati, snack inscatolati, latticini e semi. Gli alimenti rossi vanno evitati, anche se non eliminati completamente e sono prodotti industriali, piatti del fast food, pasticcini, fritti e via dicendo.

Tutto quello che devi fare è creare un account introducendo i tuoi dati personali: età, altezza, peso attuale e peso forma, stile di vita e intensità della dieta. Noom Coach creerà un limite di calorie basato sugli obiettivi che vuoi raggiungere e tu dovrai solo ricordarti di registrare il tuo diario alimentare giorno dopo giorno, facendo attenzione a rimanere al di sotto di quel limite calorico. In parole povere, se Noom Coach ti dà come limite 1500 calorie, puoi mangiare quello che ti pare, ma non puoi superare le 1500 calorie, quindi se prediligi frutta, verdura e altri cibi verdi ti sarà più facile sentirti sazia e rimanere sotto il limite. Se qualche giorno superi il limite poco male, purché la maggior parte del fabbisogno calorico sia composto di cibi verdi.

A tutto questo si aggiunge una serie di compiti giornalieri che ti vengono assegnati per invogliarti a muoverti di più, a variare la tua dieta e a scoprire di più sul mondo dell’alimentazione. Ad esempio, se sfori il tetto massimo di calorie Noom Coach può suggerirti di fare una passeggiata (sfruttando il contapassi Noom Walk) oppure può proporti di leggere un breve articolo che ti fa capire quali sono i tuoi errori alimentari. Se poi ti decidi a provare la versione Pro di Noom Coach (al prezzo di 9,99 dollari al mese) avrai accesso a molti task e sfide in più, oltre che alla community di Noom che potrà mantenerti motivata più a lungo e a migliaia di salutari ricette personalizzate, dal sapore un po’ etnico e a base di frutta e verdura.

Noom Coach: l'app che ti insegna a mangiare più frutta e verdura

In realtà, riaprire l’app dopo parecchi mesi non è stata una bella sorpresa: il redesign per semplificarla l’ha anche resa più anonima e le funzioni più interessanti sono tutte passate alla versione Pro (che è anche salita di prezzo). Pertanto, adesso ti consiglio di provare Noom Coach Pro solo se non usi un braccialetto come Fitbit o Jawbone UP (potrai usare il cellulare come contapassi installando Noom Walk) e se vuoi veramente investire tempo (e denaro) per mangiare più sano, imparando a preparare nuovi piatti appetitosi (non le solite insalate) e acquisendo nuove conoscenze sul mondo dell’alimentazione.

La versione base gratuita dell’app è carina, ma non molto diversa da altre app di questa tipologia come MyFitnessPal, di cui ho già parlato nell’articolo sulle app per dimagrire. Inoltre, tieni in conto che Noom Coach è solo in inglese e che il database di alimenti include soprattutto prodotti anglosassoni o spagnoli, quindi se consumi molti prodotti industriali (cosa che comunque non sarebbe molto coerente con il tipo di dieta consigliata da Noom Coach…) potresti trovarla scomoda.

Puoi scaricare Noom Coach su iPhone o Android.

Edo, l’app per sapere quanto (e se) è sana la merendina che stai per addentare

Ho avuto la fortuna ad essere stata educata a mangiare pochi prodotti industriali e ho un fidanzato super salutista, comunque ciò nonostante (o forse proprio per questo!), anche io ho le mie debolezze (la pizza, il formaggio e la cioccolata…) e ogni tanto attraverso quei periodi di stress in cui non ho molta voglia di cucinare o affogo i dispiaceri nel cibo (Nutella, a me!). Ad esempio, mi è capitato quando ho perso il lavoro: ogni volta che tornavo dal supermercato in mezzo a chili di frutta e verdura nascondevo sempre qualche prodotto proibito (reso ancora più prezioso dalla relativa difficoltà di reperire prodotti italiani qui in Spagna).

Un giorno, con grande gioia, ho scovato le Kinder Delice al supermercato sottocasa e per una settimana, ogni giorno, le ho mangiate per colazione, con tanta soddisfazione mia (mista a malinconia per i ricordi d’infanzia che ogni morso mi portava alla memoria) e orrore di Samuel (il mio ragazzo) intollerante al glutine e al lattosio e amante delle verdure bollite (a volte pure a colazione). Proprio in quella settimana ho scoperto una nuova app italiana capace di scansionare il codice a barre degli alimenti e di dare una valutazione al prodotto alimentare (da 1 a 10), basandosi sui pro e i contro degli ingredienti. L’app si chiama Edo – Ora sai cosa mangi ed è disponibile per iOS e Android.

Stanca degli sguardi di biasimo di Samuel, ho passato il codice a barre delle merendine Kinder attraverso il lettore di Edo, per dimostrargli che quegli snack per bambini, per di più di origine italiana, tanto male non potevano farmi. Con mia grande sorpresa, il voto che Edo gli ha dato è stato 2. Le ragioni: molti grassi, molti zuccheri, aromi non naturali, molte calorie, molti grassi saturi, molti oli e grassi vegetali. Da mettersi le mani nei capelli… L’app ti dice anche quanto devi correre o andare in bicicletta per smaltire tutte le calorie che hai assunto con una porzione di quel prodotto e quali alternative più sane potresti scegliere. Persino la Nutella ottiene un voto maggiore di quelle merendine (3,9)… Inutile dire che non le ho comprate mai più.

Edo: l'app che analizza le etichette dei prodotti alimentari

Tuttavia quello che manca ad Edo è una spiegazione chiara del perché alcuni ingredienti facciano male alla salute. Per esempio, ti dice che le merendine contengono carbonato di ammonio (un agente lievitante), ma non descrive in dettaglio quali effetti questo additivo potrebbe avere sulla salute (irritare le mucose). Quindi ho dovuto scaricare anche l’app Additivi e Coloranti (gratis per iPhone e Android) che include un database in italiano di tutti gli additivi e coloranti sul mercato (quei famosi ingredienti preceduti da una E-) e per ognuno ti informa sui possibili effetti negativi sulla salute. Attenta a non farti ingannare dai colori: non indicano la pericolosità degli additivi.

Comunque, la trovo indispensabile da portare al supermercato: al momento di leggere le etichette, se un ingrediente ti coglie impreparata, trovi subito un’analisi sintetica delle possibili controindicazioni senza bisogno di doverti andare a leggere un lungo articolo. Per iPhone esiste un’alternativa a pagamento dove il sistema dei colori è più chiaro: Additivi Alimentari!

Da provare, in attesa che Edo diventi più completa e ti informi sugli eventuali rischi per la salute tua e dei tuoi figli con la semplice scansione di un codice a barre…

Sworkit: Personal Trainer, l’app che ti fa fare ginnastica ovunque, senza attrezzi e senza scuse

Quante scuse ci inventiamo per non fare moto? Sono stanca, non ho tempo, è troppo caro, sono in viaggio, sono in vacanza, devo stare con mio figlio e bla bla bla… Finalmente è arrivata un’app che promette di mettere a tacere tutte le tue scuse: Sworkit – Personal Trainer. Sono rimasta veramente colpita da Sworkit, praticamente è perfetta, una versione semplificata di Fitstar Personal Trainer, l’app di cui avevo parlato qualche tempo fa, che però esiste solo in inglese: Sworkit è disponibile per iPhone e Android, è in italiano, è ben fatta e stabile e offre anche una versione base gratuita ricca di funzioni (Lite).

L’idea nasce dal successo degli allenamenti di 7 minuti (7 minutes workout): l’obiettivo di Sworkit è farti fare un po’ di ginnastica, a corpo libero, ovunque ti trovi, adattando gli esercizi alla quantità di tempo a tua disposizione e al tuo obiettivo. Cerca un po’ di spazio in casa, metti un tappetino o un asciugamano sul pavimento, scegli se vuoi fare esercizi di stretching, forza, cardio o yoga che zona del corpo vuoi potenziare, indica per quanto tempo puoi allenarti e… inizia!

Sworkit ti mostra come fare l’esercizio con un piccolo video e la voce guida di un personal trainer, tiene il conto delle ripetizioni e nel frattempo ti mostra il timer, così sai per quanto tempo ancora devi sudare. Puoi mettere in pausa, passare all’esercizio successivo e anche mettere in sottofondo una playlist musicale di Spotify, come se fossi davvero in palestra. Alla fine della sessione Sworkit ti dice quante calorie hai bruciato e ti permette di sincronizzare l’allenamento con Google Fit e MyFitnessPal.

Geniali gli allenamenti personalizzati: sessioni di basso impatto (senza salti) per chi ha problema alla schiena o alle ginocchia, allenamenti da fare in ufficio, per bambini, per donne in gravidanza, per corridori, per sciatori, surfisti e poi ancora addominali, sessioni di stretching e pilates e tantissimo altro.

Sworkit: l'app che porta un personal trainer ovunque ti trovi

La versione Lite di Sworkit è perfetta per iniziare: include 160 esercizi diversi mixati in sessioni dalla diversa finalità, con periodi di riposo di 30 secondi. Ma se vuoi puoi passare alla versione Pro (che costa € 4,42 su Android e € 3,99 su iPhone) e avere accesso a più esercizi mirati, più allenamenti, possibilità di personalizzazione e intervalli regolabili.

Sworkit è una vera rivoluzione nel mondo del fitness, una di quelle app che ti fanno pensare: è proprio vero, la tecnologia mi fa risparmiare e mi semplifica la vita come mai prima d’ora avrei creduto possibile!