Come organizzare le borse con Stylebook e il metodo Konmari

Adesso che ho finito posso dirlo: il metodo Konmari funziona davvero. Da quando ho letto Il magico potere del riordino sono passati più di due mesi e casa mia non è mai più ripiombata nel caos. Quello che dice Marie Kondo, l’irresistibile autrice del libro, è verissimo: se applichi il suo metodo come si deve una volta, non dovrai mai più riordinare casa. Ogni cosa avrà il suo posto e quel posto richiamerà l’oggetto in ordine, quasi magicamente. E tu avrai tempo per vivere e cambiare la tua vita.

Forse Marie Kondo rabbrividirebbe se lo sapesse, ma io ho applicato il suo metodo del riordino al contrario: sono partita dai documenti, ho continuato con i libri e ho finito con il mio immenso armadio. I ricordi non li ho ancora toccati, sono rimasti in Sicilia, per ora. Ma insieme a montagne di documenti inutili e vestiti vecchi, ho buttato anche molte altre cose intangibili che portavano zavorra nella mia vita e nei miei pensieri: tanti amici fasulli, un po’ di shopping compulsivo e molti paurosi che in realtà significavano no, ma non ho il coraggio. Ho anche perso tre chili di peso nell’operazione, perché il metodo Konmari è liberatorio, ma faticoso, come e più di un paio di settimane in palestra.

La parte più difficile sono stati i vestiti, le scarpe, gli accessori e, soprattutto, le borse. Ma non mi sono arresa e sono stata premiata con un guardaroba molto più organizzato e nuovi look che sono riuscita a comporre con i capi che avevo totalmente dimenticato in fondo all’armadio. I principali vantaggi del metodo Konmari sono la suddivisione degli elementi per categorie e l’organizzazione in verticale, come se ogni oggetto fosse un libro di cui bisogna vedere il dorso, in mezze scatole che somigliano a grandi vassoi di sushi: appena apri l’anta dell’armadio hai subito un colpo d’occhio sui pezzi a tua disposizione e la tua creatività ne risulta subito stimolata. Ecco alcuni cassetti del mio armadio IKEA contenenti magliette, felpe, sciarpe e costumi da bagno, pantaloni, jeans e shorts:

Il mio armadio organizzato con il metodo Konmari

Perché ho avuto difficoltà con le borse? Perché le adoro, ne ho una collezione enorme e buttare via quelle che non usavo più non è stato facile. Negli anni ero riuscita a stiparle (quasi) tutte nell’armadio, schiacciate l’una sopra l’altra, ed oltre ad aver perso la forma originaria, molte erano pure tutte rovinate e spellate, altre erano semplicemente abbandonate sulle sedie in giro per la casa.

Il metodo Konmari mi ha aiutato molto a sbarazzarmi di una parte di esse e a organizzare quelle che restavano in modo da non far loro occupare troppo spazio, ma affinché il metodo fosse perfetto per me mancava qualcosa. In questo articolo, ti racconto come sono riuscita a migliorare l’organizzazione delle borse del metodo Konmari. Grazie a un’app, ovviamente, e a un’app di cui ho parlato spesso: Stylebook.

Le borse e il metodo di organizzazione matrioska del metodo Konmari

1. Il primo comandamento del metodo Konmari recita: fai un mucchio di tutti i tuoi oggetti per categoria. In poche parole, qualcosa di molto simile al vecchio adagio: per fare ordine bisogna prima fare tanto disordine. Detto fatto: ecco l’ammucchiata delle mie borse, pochette, clutch e tracolle.

Metodo Konmari: ammucchia tutte le tue borse

107 elementi, in un disordine imbarazzante. Alla fine del magico riordino se ne sono salvate 95 e altrettanto magicamente sono rientrate tutte in 3 scaffali (1 per le borse invernali e 2 per quelle estive e senza stagione) e 1 cassetto (per clutch e pochette). Qual è il trucco?

2. Marie Kondo consiglia di toccare le borse per capire che sensazione ti danno: conserva solo quelle che ti danno un sentimento positivo, le altre buttale.

3. Dopodiché dividi le borse che vuoi tenere per tipologia: ad esempio, borse estive, borse invernali, borse classiche, borse di paglia, borse di tessuto, borse di pelle e via dicendo:

Metodo Konmari: dividi le borse per tipo

4. E per conservarle in poco spazio organizza le borse in set, una dentro l’altra come una collezione di matrioske, poi riponile in un sacchetto, così:

Come organizzare le borse con il metodo Konmari

Geniale, ma con uno svantaggio non da poco: perdi di vista quali e quante borse hai e finisci con l’usare sempre le stesse.

Stylebook e il metodo Konmari: come funziona

5. La mia soluzione per risolvere questo piccolo problema è semplice, ma efficace: prima di tutto, ho fotografato e organizzato tutta la collezione nell’app Stylebook. In questo modo ho sempre sott’occhio tutte le mie borse e posso comporre degli abbinamenti nella sezione Looks.

Come classificare le borse su Stylebook

6. E infine ho creato una categoria personalizzata chiamata Konmari dove ho semplicemente salvato due foto per ogni set di borse estive e di borse invernali: una foto di gruppo di tutti i componenti di un set seguita da una foto del sacchetto dove sono contenute. In questo modo quando devo trovare una borsa mi basta individuarla nella collezione e risalire all’aspetto del sacchetto da cercare.

Metodo Konmari: come applicarlo con Stylebook

 

Se per esempio volessi indossare questa borsa a righe in stile marinaro, come faccio a ritrovarla?

Come ritrovare una borsa nell'armadio?

Devo solo seguire questa logica:

  • trovo il set dove è contenuta su Stylebook,
  • la foto successiva è quella del sacchetto dove è contenuto il set,
  • cerco il sacchetto nello scaffale delle borse estive.

Come adottare il metodo Konmari per organizzare le borse

Tutto qui!

Certo, ci vuole un po’ di tempo per scattare tutte le fotografie e importarle dentro Stylebook. Ma lo fai una volta per tutte e poi devi solo aggiornare la collezione quando acquisti nuovi elementi. E se ci sono riuscita io con quasi 100 borse…

Fanatiche collezioniste di borse che non siete altro, provate questo metodo e ditemi cosa ne pensate. 😉