Dove sono sparita tutta la settimana? Sono in vacanza in Sicilia con la mia famiglia, tra pranzi pantagruelici e passeggiate alle pendici dell’Etna. 🙂 E poi mi sono dedicata a un progetto tecnologico molto appassionante che ha riportato a galla ricordi che avevo dimenticato e che mi hanno permesso persino di tornare in contatto con persone che avevo perso di vista!

Le vacanze sono il momento ideale per dedicarsi a progetti che rimandiamo spesso, ad esempio l’organizzazione delle foto, della libreria musicale o la creazione di una videoteca casalinga. Questa volta mi sono occupata dei ricordi familiari immortalati su vecchi filmini in videocassette VHS-C: la mia festa di 18 anni, la prima Comunione di mia sorella, i compleanni di quando eravamo bambine con colonne sonore anni ’90 e compagne di scuola di cui avevo dimenticato persino il nome.

Trasferire i filmati da VHS a computer non è affatto un’operazione complicata se azzecchi gli strumenti giusti: ho scovato un piccolo convertitore economico di marca spagnola, Unotec Converty (qui ne trovi uno simile di altra marca oppure puoi aspettare che riappaia in offerta su Amazon BuyVIP).

Unotec Converty è capace di convertire i filmati in videocassetta in formato digitale (MPEG o AVI) collegando la videocamera (o il videoregistratore) in modalità Playback al computer tramite un semplice cavo audio/video RCA. Dopo la conversione, che avviene tramite un apposito software fornito con il convertitore o con un’alternativa compatibile, i file possono essere così salvati su un DVD oppure su un disco fisso per poi essere montati in filmati personalizzati o condivisi su Facebook e YouTube.

Convertitore da video analogici VHS a video digitali

Ecco il convertitore che ho usato per questa ricetta tecnologica: l’ho acquistato per 17 euro su Amazon BuyVIP (iscriviti: Unotec è una marca ricorrente su BuyVIP)

Insomma, se non vedevi l’ora di ridare vita al tuo passato e propagare i filmati della tua infanzia su Internet, ecco il metodo giusto per disfarsi finalmente di vecchi videoregistratori e VHS. Ti spiego passo passo come ho fatto, come sono solita fare nelle cosiddette “ricette tecnologiche” di Geek è Chic.

E ti raccomando di dedicarti a questo lavoro al più presto: i nastri VHS, dopo tanti anni d’uso o abbandono in condizioni non ottimali, tendono a usurarsi rischiando di far svanire i tuoi ricordi come le fotografie di Ritorno al futuro. Per esempio, io ho scovato varie cassette dove l’audio è sparito completamente e altre dove il nastro scorre “a singhiozzo”. Riuscire a salvare dall’oblio i volti, le voci e i piccoli tic dei tuoi familiari, magari dei nonni che non ci sono più, non ha davvero prezzo.

Come convertire le VHS-C in video MPEG

Ingredienti

Procedimento

1. Per prima cosa installa sul computer i driver e i software forniti in un piccolo CD nella confezione del convertitore. Inserisci il CD e segui la procedura guidata.

2. Per quanto mi riguarda ho avuto qualche problema di compatibilità con il software fornito con il convertitore, quindi ho scaricato e installato la versione di prova gratuita del software Power Director che dura 30 giorni e che offre tante opzioni per controllare la conversione.

3. Connetti il convertitore a una porta USB del computer e collega gli spinotti del cavo RCA audio/video giallo/rosso/bianco da una parte al convertitore e dall’altra alla telecamera. La mia videocamera Philips Explorer è dotata solo delle uscite audio/video bianca (audio) e gialla (video), quindi ho collegato solo questi due spinotti, ma se il tuo videoregistratore dispone anche dello spinotto rosso, collega pure quello.

Convertire VHS in video digitali: come collegare la videocamera al convertitore e al computer

Puoi anche usare un cavo RCA audio/video rosso e nero: in questo caso assicurati di connettere lo spinotto nero all’uscita bianca (per trasferire l’audio) e quello rosso all’uscita gialla (video).

Convertitore RCA video/audio rosso e nero

4. Adesso accendi la videocamera e inserisci una videocassetta VHS-C.

5. Apri il software Power Director sul computer e clicca sul tab Acquisizione.

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

Attendi qualche secondo in modo che Power Director rilevi la periferica: se tutto funziona correttamente si attiverà l’opzione di acquisizione Cattura da segnale TV Cattura da segnale TVe lo schermo sulla sinistra da nero diventerà bianco (se la telecamera ha il copriobiettivo… altrimenti inquadrerà quello che c’è davanti all’obiettivo).

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

6. Ora è il momento di configurare un po’ di parametri in modo da acquisire correttamente il flusso video analogico. Clicca sul pulsante Impostazioni di Power Director.

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

7. Assicurati che nel campo Origine cattura sia settata l’opzione Video Composite. Anche per quanto riguarda la periferica audio, assicurati che appaia la fonte analogica (nel mio caso OEM Device) e non la periferica audio del tuo computer.

Dalla scheda Regola video puoi impostare parametri come Luminosità, Contrasto e Saturazione e dalla scheda Impostazioni TV il formato (nel mio caso il più adeguato è il PAL_B).

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

8. Cliccando sul pulsante Profilo, invece, puoi regolare il formato del video in uscita (MPEG o AVI) e le opzioni di codifica: ti consiglio di lasciare DVD HQ (Veloce). Quando hai finito clicca su OK.

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

9. Adesso non ti resta che mettere la videocamera in modalità VCR (o Playback) e cliccare sul pulsante Play.

Clicca su Play sulla videocamera

10. Sullo schermo di Power Director inizierà la riproduzione del filmato: clicca subito sul pulsante rosso di registrazione, come vedi nell’immagine qui sotto:

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

Nell’area inferiore dell’interfaccia di Power Director potrai tenere d’occhio le dimensioni del video che stai registrando e quanto spazio occupa sul disco rigido e anche la durata complessiva del video. Se vuoi limitare tempo e dimensioni del file, perché hai poco spazio sul computer o per qualsiasi altra ragione, puoi farlo dall’area Preferenze di acquisizione sulla sinistra.

11. Quando vuoi interrompere la registrazione clicca nuovamente sul pulsante rosso di registrazione.

12. Infine, rimane solo da salvare il file. Quando metti in stop la registrazione si apre una finestra popup in cui ti viene richiesto di dare un nome al file: digita quello che vuoi e poi clicca su OK. Il file verrà salvato nella cartella indicata nell’area inferiore dell’interfaccia di Power Director.

Come convertire VHS in MPEG con Power Director

I file video così registrati possono essere modificati, uniti, tagliati, convertiti e rimontati usando un qualsiasi programma di video editing: lo stesso Power Director, iMovie (che vedi nell’immagine in basso), Windows Movie Maker o persino un semplice software di conversione come Freemake Video Converter, di cui ti ho parlato in altre occasioni. E ovviamente, puoi salvare i filmati ottenuti in DVD con l’aiuto di un software come Nero.

I file acquisiti dalla videocamera analogica si possono modificare su iMovie e co.

Ultima nota: ti ho descritto la procedura per le VHS-C, ma con lo stesso procedimento puoi convertire i filmati 8mm o le normali VHS (in questo caso ti servirà il classico videoregistratore).

Se ti è piaciuto questo articolo, non dimenticare di condividerlo su Facebook, Twitter e compagnia: aiutami a diffonderlo! 😉

 

  • Gabriele Rusconi

    Ho un problema: il programma mi acquisisce il video in bianco e nero, quando la registrazione e’ a colori. Come mai?